“OLTRE LA MURAGLIA” @ Museo Della Grafica

31574514823_3fe0e52287_c

OLTRE LA MURAGLIA – La Cina e le Città del Futuro

27 gennaio – 26 febbraio; Museo della Grafica, Palazzo Lanfranchi, Lungarno Galilei 9, Pisa

Una mostra collettiva tra quadri, foto e video di Francesco Barbieri, Giuliano Marrucci e Michele Palazzi

in collaborazione con l’Istituto Confucio di Pisa

Ancora nel 1978, all’alba della lunga stagione di apertura e riforme economiche, la Cina era quasi esclusivamente un paese agricolo, con l’80% della popolazione insediata nelle aree rurali. I cinesi che vivevano in città erano appena 172 milioni, meno del 20% della popolazione totale. 35 anni dopo, i cinesi che vivono in città sono diventati circa 770 milioni, il 56% della popolazione. Per terminare questo processo gli Stati Uniti, con numeri in ballo 5 volte inferiori, hanno impiegato 70 anni, i paesi europei, in media, 120.
Oggi sono in Cina un quarto delle 100 città più popolate al mondo e 5 delle prime 10, e le municipalità con oltre 1 milione di abitanti sono 171.
E’ il più grande e rapido processo di urbanizzazione della storia dell’umanità e come ha dichiarato anche il premio Nobel Joseph Stiglitz, il fenomeno che, insieme alla rivoluzione guidata dai giganti della tecnologia statunitensi, maggiormente caratterizzerà questo periodo nei libri di storia dei secoli a venire. Un processo che per essere percepito in tutte le sue implicazioni sociali, economiche e culturali, richiede il contributo di linguaggi diversi.
La mostra Oltre la Muraglia si propone esattamente questo obiettivo. Un percorso durante il quale videogiornalismo, fotografia e pittura instaurano un dialogo che permette al pubblico di approcciarsi a questo argomento passando continuamente dalla narrazione asettica dei numeri alle impressioni più intime scaturite dal confronto con un’ambiente urbano che dietro al suo impatto disumanizzante ricrea continuamente una nuova, potente poetica.
Tramite il linguaggio tipico del videogiornalismo d’inchiesta, il documentario e la videoinstallazione del giornalista Giuliano Marrucci permettono di entrare nel cuore del significato politico ed economico del processo di urbanizzazione cinese, che se da un lato ha contribuito in maniera decisiva a sottrarre dalla morsa della fame centinaia di milioni di persone negli ultimi 35 anni, dall’altro mostra un conto salatissimo in termini di impatto ambientale e di diseguaglianza sociale. Speranze e contraddizioni legate al processo di urbanizzazione sono cristallizzate nelle foto di Michele Palazzi, che raccontano il conflitto tra la ricerca di condizioni materiali più avanzate e il rischio di veder svanire nel nulla un’identità culturale ultrasecolare. Nella ricerca pittorica di Francesco Barbieri questo conflitto diventa un dialogo continuo tra progresso e distopia, tra tradizione e modernità oggi più che mai palpabile all’ombra dei grattacieli e delle avveniristiche infrastrutture delle nuove megalopoli cinesi.

“Oltre la Muraglia” è uno dei tanti appuntamenti di carattere culturale organizzati dall’Istituto Confucio di Pisa. Frutto di un accordo di collaborazione tra la Scuola Superiore Sant’Anna e l’Università di Chongqing, l’Istituto Confucio di Pisa, a partire dal 2008, ha siglato convenzioni con numerose scuole e università del territorio, diventando l’interlocutore privilegiato per lo studio della lingua cinese. Ma accanto all’insegnamento della lingua e alla promozione della cultura, negli anni ha saputo costruire una fitta e solida rete di relazioni con soggetti del territorio, arricchendo l’offerta culturale locale.

La mostra sarà ospitata nelle sale del Palazzo Lanfranchi, uno degli edifici storici più prestigiosi dei lungarni pisani, e che a partire dal 2007 è sede del Museo della Grafica. Nato da una collaborazione tra Comune e Università di Pisa, il Museo della Grafica si configura come una delle più importanti raccolte pubbliche di grafica contemporanea, in grado di presentare a studiosi, studenti e appassionati un panorama artistico di livello eccelso che getta luce sulle vicende artistiche che hanno percorso il XIX e il XX secolo.

La mostra verrà inaugurata alle ore 19 di venerdi 27 gennaio e si protrarrà fino al 26 febbraio

Random Paintings

just stuff that i did in the last two years

31854889030_18e2784399_z

“Rapsodia In Blu”, mixed media on wood, 39×50 cm, 2016.

31420350743_a7060b1739

“Nome Che Rimanda Ad Altro Nome”, mixed media on wood, 46×46 cm, 2016.

30445536776_b5ab9aed0f_c

“Landscape N.57″, mixed media on canvas, 50×70 cm, 2015.

32230827995_9bd93f69a1_z

“Healing Wound”, mixed media on canvas, 70×100 cm, 2015.

32230532395_2108922dde

“Escaping The Long Arm”, mixed media on canvas, 30×30 cm, 2016.

31854844050_4c59c44530_z

“La Notte Di Babele”, mixed media on canvas, 80×100 cm, 2016.

28250399456_63dd471c85_z

“Obsession N.1 (Paesaggio Mentale)”, mixed media on canvas, 80×80 cm 2016.

32112063271_bc8f1678d1_z

“Obsession N.8 (Paesaggio Mentale)”, mixed media on canvas, 80×80 cm, 2016.

32230329085_8724e9355d_z

“Obsession N.9 (Paesaggio Mentale)”, mixed media on canvas, 80×80 cm, 2016.

31855026910_4a644b0e3f_c

“Promemoria Per La Costruzione Di Una Macchina Da Guerra”, mixed media on canvas, 60×80 cm, 2016.

opening night @viacavourcinquantasette home-galley

30153688475_c19b8c7d09_z

29539578904_e090c9dbc4_z

29602433974_984186b19e_z

30149581016_1a74f43168_z

29603243893_7b86dbfd96_z

30083886871_84a5d1dbae_z

30140460102_bdf98ebcbd_z

29888679900_5bbf49c42b_z

30165333602_bf3c54acc4_z

30255857165_1638840399_c

30295597485_900e4fbb96_z

29689910304_f3e494dc3f_z

“Guerra D’ Inverno”, 80×80 cm, mixed media on canvas, 2016

30246677851_59ec07dd4b_z

“VELOCE! Verso Quel Cazzo Di Futuro”, 80×80 cm, mixed media on canvas, 2016

29962172803_224b7733c9_z

“L’ Esaltazione Data Da Un’ Idea Pericolosa”, 50×70 cm, mixed media on canvas, 2016

29750602864_3bdc24d2fe_z

“This City Needs Graffiti (Corrosion Of The Public Space)”, 70×100 cm, mixed media on canvas, 2015

29776023513_682f9eca64_z

“Komendanstkij Prospekt”, 80×80 cm, mixed media on canvas, 2013-2016

30264762212_51a0b776e5_z

“Rapsodia In Nero”, mixed media on canvas, 70×100 cm, 2016

Solo Show @viacavourcinquantasette home-gallery

29957577161_bcecde13e7_c

Nella tela e oltre la tela: territori urbani indefiniti, dedali di periferie che diventano luoghi emozionali, viaggi reali per esplorazioni intime.
*Venerdì 30 settembre e sabato 1 ottobre*, Francesco Barbieri presenta una selezione della sua produzione pittorica, passando dai lavori più classici fino alla serie delle Megalopoli e dei Paesaggi mentali. A completamento della mostra saranno presenti anche alcuni pezzi unici di arredo realizzati in collaborazione con l’artigiano-designer ALTROPROGETTO (Fabio Bertini).

Francesco Barbieri – SOLOSHOW / 30 settembre – 1 ottobre 2016
VIACAVOURCINQUANTASETTE / Via Cavour, 57 – Pisa

Dai luoghi urbani alla tela, dal mondo verso se stesso e, all’inverso, dallo spazio interiore al mondo: le opere di Francesco Barbieri (Pisa, 1976) rifrangono il proprio io tra le tentacolari topografie metropolitane, adattandolo alle improvvise sterzate architettoniche, planando sulle silhouettes geometriche infrastrutturali, spalmandolo nelle campiture cromatiche di cieli talvolta accoglienti, altre volte crudelmente psichedelici. Artista autodidatta, Barbieri ha formato il proprio sguardo ed esercitato la propria gestualità artistica sui muri delle città europee e americane dove ha girovagato, lasciandovi la sua firma come graffiti writer. Da queste immersioni urbane ha assimilato i mood dissonanti delle città, mosso da un’attrazione viscerale che, come un richiamo di riconoscimento identitario, lo ha spinto a far sue le periferie e i paesaggi industriali, entrando in sintonia con quel frastuono tipico dei luoghi ai margini che trasforma la sensazione di malinconico svuotamento in uno spazio creativo e immaginario che rivendica attenzione e amorevole ricostruzione.
Se da un lato l’attività di graffiti writing – intesa come azione di deposito di una traccia di sé nel mondo – , oggi può essere considerata conclusa, dall’altro Francesco Barbieri ha introiettato quella specifica esperienza fatta di atmosfere dense di grigio/muro e nebbia, di argento/metallo/sole, di nero/cavo, di rosso/ruggine, di azzurro sparato/cielo/pozzanghera, di verdegiallo/erba acida, traducendo poeticamente su tela (ma anche su legno, come negli arredi realizzati in collaborazione con l’artigiano-designer ALTROPROGETTO) quelle suggestioni formali e cromatiche, quelle asperità sconnesse e stratificate delle superfici architettoniche, quegli odori misti di aria consumata, bagnata e rigenerata, attraverso una gestualità pittorica in cui risuonano le vibrazioni sghembe dell’anima, tra eccitazione esistenziale, momenti di solitaria alienazione ed estatiche attese.
Le sue tele, però, spingono oltre la visione intimistica del paesaggio urbano (non importa che tragga ispirazione dal mondo occidentale o da quello orientale) e superano il fascino seduttivo della distopia. Con i suoi tratti decisi, realizzati con le tecniche più varie, e con le sue armonie e disarmonie cromatiche, Francesco Barbieri ci racconta anche la storia di un mondo contemporaneo in profonda mutazione, dove le città esplodono sul territorio, dove l’industrializzazione e la cementificazione erodono il contatto con il mondo naturale, dove la dispersione insediativa contribuisce e creare luoghi privi di identità. Questo abitare caotico sulla Terra riflette anche i sentimenti di crisi individuale, di solitudine, di incertezza, di euforie miste a disperazione che ammantano la società globale.
Ed è guardando attraverso le sue opere che riusciamo a comprendere visivamente e ritmicamente le assonanze e le discordanze delle sue sinfonie urbane, accordandole alla magica imprevedibilità della nostra esistenza.

Elena Marcheschi

Painting and drawings from the show “1984. Evoluzione E Rigenerazione Del Writing” @Galleria Civica di Modena

27968691934_0188721e67_c

Francesco Barbieri + EGS

27644950634_61a86ed48e_z

“Obsession n.2 (Paesaggio Mentale)” mixed media on canvas, 80×80 cm, 2016

28344049752_084a1df5c1_z

“Obsession n.4 (Paesaggio Mentale)” mixed media on canvas, 80×80 cm, 2016

27856723583_82eb340358_z

“Obsession n.3 (Paesaggio Mentale)” mixed media on canvas, 80×80 cm, 2016

28306723941_d9046a30dc_z

“Obsession n.5 (Paesaggio Mentale)” mixed media on canvas, 80×80 cm, 2016

28558554915_f969b69b2b_z

28602978345_4f7d8c69be_z

“Territory”, mixed media on hand-made paper, diameter 35 cm, 2016

28519026872_bf0d9556b0_z

“It’s Good To Be Here”, mixed media on hand-made paper, diameter 35 cm, 2016

28686975636_0bfd1de836_c

download

Intervista su Collezione Da Tiffany

27178368814_0b210fb03f

Nicola Maggi mi ha intervistato per Collezione Da Tiffany, qua sotto trovate l’articolo:

http://www.collezionedatiffany.com/il-blues-suburbano-di-francesco-barbieri-2016/

1984. evoluzione e rigenerazione del writing @Galleria Civica di Modena

I’ll be there, together with those amazing artists!

13269256_590489571112532_7018034742708431614_n

1984. EVOLUZIONE E RIGENERAZIONE DEL WRITING
a cura di Pietro Rivasi
dal 23 giugno al 18 settembre 2016
Galleria civica di Modena, Palazzina dei Giardini, corso Canalgrande
—————————————————————————————–
The exhibition will provide a panorama of the multifaceted evolutions of street art, focusing on some of its most significant exponents, such as Taps & Moses™, Olivier Kosta-Thefaine and the PAL Crew, groups that are laying down the future aesthetic and theoretical bases of this form of expression.

Great importance to the most controversial aspect of street art: “non-commissioned interventions” in public spaces. Thanks to a strong presence of photographic materials and video, the spectator will be literally projected into the reality experienced by the artists themselves.

The exhibition is accompanied by a catalogue of which the layout and print are curated by Luca Lattuga of Anonima Impressori, featuring the texts by Pietro Rivasi, Jacob Kimvall, Jens Besser and Pierpaolo Ascari.

Artisti in mostra / Artists on show:
Francesco Barbieri
BB’S
Matteo Ceretto Castigliano / CT
Cony, Horfee, Saeio / Pal Crew
Egs
Fra32
Olivier Kosta – Thefaine
Sauli Sirviö
Moses & Taps™
Zelle Asphaltkultur
installazione video a cura di / video installation curated by Spraytrains.com

organizzazione e produzione / organization and production: Galleria Civica di Modena, Fondazione Cassa di Risparmio di Modena in collaborazione con / in collaboration with Biblioteca civica d’arte Luigi Poletti di Modena, Associazione Aemilia, Spraytrains, Clash Paint

Info: http://www.comune.modena.it/galleria/mostre/1984.-evoluzione-e-rigenerazione-del-writing

Paintings and drawings from my last solo show “Mirrored Identity – after Nanjing” @GalleriaLaLinea

27671297916_789debbd99

26886973214_c80b0ee144_c
“Correnti Sommerse”, 140×170 cm, mixed media on canvas, 2016

27262312820_66db64815c_z
“Safe From What”, 70×100 cm, mixed media on canvas, 2016

26888536933_210741ee2f_z
“Città Di Concentramento”, 70×100 cm, mixed media on canvas, 2016

27496294015_1886faf75d_z
“L’Isola Di Cemento”, 70×100 cm, mixed media on canvas, 2016

26929449604_838c01eb74_z
“The Taste Of Your Lips”, 70×100 cm, mixed media on canvas, 2016

26929442464_d0e243c19e_z
Gallerist Matteo Scuffiotti chilling with my series “Megalopoli”

26739639684_bbba606488_c
“Colonizzare Il Cielo”, 150×100 cm, mixed media on canvas, 2016

27313670436_2a552e0efe_c
“Lo Svincolo”, 146×99 cm, mixed media on canvas, 2016

27249320412_169e27c3be_z
“Black Bright Cut”, 70×100 cm, mixed media on canvas, 2015

27117309160_52fe032f1f_z
“La Montagna Viola”, 50×70 cm, mixed media on canvas, 2015

27249566802_9699978554_z

27464489462_8b8ab7e16c_z
“Sun Of Freedom”, 60×80 cm, mixed media on canvas, 2015

27563427255_387beee931_z
“Watching The Trains In China”, 60×80 cm, mixed media on canvas, 2015

27584736112_3e8d9c8948
“Permanent Symbolic Guerrilla”, 32,5×32,5 cm, mixed media on paper, 2015

27360478081_459efcb5c7_z

27670691086_73d673ec57
“Il Punto Dove Il Sole Sorge”, 32,5×32,5 cm, mixed media on paper, 2015

27685361495_533ecf5b35
“Portrait Of Nanjing”, 32,5×32,5 cm, mixed media on paper, 2015

27094520303_75b993f2e4
“Global Control Society”, 32,5×32,5 cm, mixed media on paper, 2015

27032507493_301250b9cf
“Anonymity Of A Mask”, 40×40 cm, mixed media on paper, 2015

27032524783_eef960c245
“Portrait Of Shanghai”, 40×40 cm, mixed media on paper, 2015

27364680950_2740f3e90f
“Wanjing Soho”, 40×40 cm, mixed media on paper, 2015

27608630506_89aeaf1bb8
“Portrait Of Wuxi”, 40×40 cm, mixed media on paper, 2015

Wuxi Museum

Tomorrow will open the group show of the artists of the Jingling Program at the Wuxi Museum in Wuxi, China. The exhibition includes also some of my works done during my artist residence in Nanjing.

26919906240_f5f263a2c3

26920018590_dfcffda1db_z